NEURAXPHARM S.p.A Via Piceno Aprutina, 47 - 63100 Ascoli Piceno (AP) Tel. +39 0736 980619

PERIODICO DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA A DIFFUSIONE GRATUITA

Numero 4 Ottobre 2018

Depressione Volume 2

Editoriale

Giuseppe Paradiso

Medical Science Liaison, Neuraxpharm Italy

I disturbi depressivi rappresentano una materia vasta e complessa.
La depressione può manifestarsi come patologia a sé stante ma si trova altresì frequentemente associata ad altri disturbi, sia mentali che somatici e l’organizzazione mondiale della sanità stima che vi convivano circa 322 milioni di persone nel mondo.

Per questa ragione il comitato scientifico di Focus on Brain ha deciso di dedicare due volumi all’argomento, con l’obiettivo di approfondire e divulgare in modo fruibile contenuti scientifici fra differenti specialisti. Nel primo volume, corrispondente al terzo numero del periodico, gli autori hanno preso in considerazione la fisiopatologia, l’inquadramento clinico-diagnostico e i diversi approcci terapeutici alla depressione. Questo secondo volume prenderà invece in esame, grazie al contributo editoriale di alcuni fra i maggiori esperti italiani, i diversi aspetti dei disturbi depressivi in particolari sottopopolazioni di pazienti e soprattutto le comorbilità con altre patologie, mentali e non.

La depressione è il disturbo psichiatrico che con maggior frequenza si presenta nell’ambito dell’assistenza sanitaria primaria, toccando un numero sempre più ampio ed eterogeneo di Specialisti. La comorbilità tra disturbi medici e mentali è la regola piuttosto che l’eccezione.

È stato documentato che la depressione è un fattore di rischio per lo sviluppo di alcune tra le principali malattie croniche o invalidanti e che, allo stesso modo, un cattivo stato di salute rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di disturbi depressivi. Questa relazione bidirezionale risulta di particolare rilevanza clinica ed epidemiologica poiché riguarda “grandi malattie” somatiche come il diabete o le patologie cardiovascolari e respiratorie.

I sintomi depressivi si presentano, inoltre, molto comunemente in diverse patologie neurologiche come l’epilessia e l’emicrania e sono associati ad un peggioramento degli outcome clinici, a una minore qualità della vita, ad un utilizzo più elevato delle risorse sanitarie, ad una scarsa aderenza al trattamento e ad un aumento della frequenza dell’ideazione suicidaria.

La presenza di disturbi depressivi, infine, può precedere di molto la comparsa dei sintomi tipici di una determinata patologia, come accade nella malattia di Parkinson o nelle demenze. Tra i sintomi neuropsichiatrici, tratti distintivi della malattia di Alzheimer, la depressione è molto frequente, è causa di disagio sostanziale sia per il paziente che per il caregiver e contribuisce alla prima istituzionalizzazione. La depressione può essere anche un predittore di progressione da MCI a demenza conclamata e può portare a tassi di mortalità significativamente più elevati, come accade nella depressione post-stroke.

I disturbi depressivi possono poi presentarsi in modo subdolo, sullo sfondo di altre patologie mentali, contribuendo al mascheramento dei sintomi e ad un ritardo nella corretta diagnosi.

Questo rafforza il concetto che non può esserci salute senza la salute mentale.

Concludo ricordandovi che il periodico di divulgazione scientifica FOCUS ON BRAIN è consultabile anche on line al sito www.focusonbrain.com con un accesso dedicato e contenuti interattivi che potranno così essere apprezzati da un numero sempre più ampio di professionisti della salute.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK